collane
cliccare sull'immagine per un ingrandimento
Elogio dell'individuo. Saggio sulla pittura fiamminga del Rinascimento
autore: Tzvetan Todorov

formato: 17 x 24 x 2 cm
pagine: 264
confezione: brossura – peso: 640 gr
illustrazioni b/n: 106
anno di pubblicazione: 2001
ISBN: 9788885978348

prezzo: € 18.00 scontato del 15%: € 15.30

• quantità:



Traduzione e nota critica di Ricardo de Mambro Santos.

In un dato momento della storia della pittura europea, gli individui si introducono nell'immagine: non gli essere umani in generale, né le personificazioni di questa o quest'altra categoria morale o sociale, bensì persone particolari, dotate di un nome e di una biografia (che noi talvolta ignoriamo nei giorni nostri); in altre parole, sorge allora il genere del ritratto. Non vediamo più in questi dipinti personaggi riconducibili a meri schemi, intenti ad agire come dei segni, ma al contrario esseri ordinari, che potremo ancora incontrare tutti i giorni uscendo di casa. Questa rivoluzione si è prodotta all'inizio del XV secolo, in modo esemplare nel Nord Europa, nelle contrade allora appartenenti alla Francia o, più esattamente, a uno dei suoi domini è il ducato di Borgogna – che acquista, in questo periodo, una notevole autonomia. Siccome la maggior parte dei pittori coinvolti in questo movimento provenivano da una stessa regione – le Fiandre – siamo soliti affermare che le loro opere appartengono all'"arte fiamminga".
In questi dipinti vediamo raffigurate le prime persone che ci assomigliano, benché i volti dei nostri contemporanei dimostrino raramente il grado di concentrazione e di intensa interiorità che contrassegna questi nostri remoti antenati.

Tzvetan Todorov, nato in Bulgaria, vive in Francia dal 1963. Ricercatore presso il CNRS, ha pubblicato numerose opere nel campo della teoria letteraria, della storia del pensiero e dell'analisi della cultura.